Guest Post – Toscana da scoprire: visitare Colonnata

Chi non ama la Toscana con i suoi bellissimi borghi e la sua cultura culinaria?
Io, purtroppo, non ho avuto ancora l’occasione di visitarla bene, quindi colgo l’occasione per farvela conoscere tramite Sara di State of Love And Travel, che vi racconterà perché visitare Colonnata, uno dei borghi più caratteristici e golosi di questa magnifica regione.

Presentazione

Ciao a tutti! Sono Sara: rockettara, viaggiatrice backpacker, planner, sorridente, ingegnere atipico. Sono nata in Toscana, vivo in Lombardia, adoro il Sud America.
Cosa faccio nella vita? Lavoro in ricerca e sviluppo, moltiplico le ferie, ascolto rock’n’roll e curo il mio blog di viaggi “State of Love and Travel”.

Il nome è una dedica d’amore per State of Love and Trust, canzone pazzesca dei Pearl Jam.
I Pearl Jam mi hanno insegnato ad essere cittadina del mondo, a forza di seguirli in tour ovunque, e hanno plasmato il mio modo di viaggiare: alla buona, multi-tappa, con ritmi serrati.
Il mio blog si rivolge a chi lavora e vuole sfruttare TUTTI i momenti off per viaggiare il più possibile. Che si tratti di super ferie, di ponti o di weekend, propongo suggerimenti e informazioni utili per riempire i propri momenti liberi di avventure, in Italia o nel mondo.

Oggi vi porto a scoprire un borgo imperdibile della mia Toscana-Mon-Amour.

Toscana da scoprire: il borgo di Colonnata

Chi di voi non ama girare per borghi? Dai, troppo belli!! E la Toscana ne annovera di meravigliosi. Oggi vi racconterò di quello che forse è il più ciccioso di tutti: Colonnata.

Colonnata è un piccolo borgo situato a meno di 10 km sopra Carrara, nel bel mezzo delle bellissime Alpi Apuane, che gli fanno da cornice. Amanti della montagna, a questo punto reclamo la vostra attenzione perché le Alpi Apuane sono una meraviglia che non dovreste perdervi!

Alpi Apuane? Parliamone!

Le Alpi Apuane sono una catena montuosa che si trova nelle province di Massa-Carrara e Lucca e che sorveglia dall’alto il Mar Tirreno. Il loro nome deriva dalla combinazione di “Apuania” (ovvero il loro nome storico) e di “Alpi”, questo perché, anche se le Apuane non fanno parte delle Alpi e non sono altrettanto alte, la loro conformazione le richiama parecchio: sono arrabbiate, difficili da scalare, salgono in fretta verso l’alto.

In queste zone infatti potrete salire dal livello del mare a quasi 2000 mt nel giro di pochi chilometri.. un cambio di paesaggio mica da ridere!!

Visitare Colonnata: Alpi Apuane
Visitare Colonnata: Alpi Apuane

Visitare Colonnata: dove parcheggiare

L’opzione migliore è lasciare la macchina al parcheggio gratuito che si trova direttamente nella piazzetta di Colonnata, in questo modo vi risparmierete una bella salita per arrivare in paese! I posti sono limitati per cui non è così scontato trovarne uno, soprattutto se arrivate verso l’ora di pranzo. 

Ma non temete, in alternativa c’è un grosso parcheggio che si trova lungo la strada principale, prima di salire le ultime curve verso il paese di Colonnata. Qui è impossibile non trovare posto.

Visitare Colonnata: dove parcheggiare
Visitare Colonnata: dove parcheggiare

Visitare Colonnata: cosa vedere nel paradiso del lardo e delle cave di marmo

Un giro per il borgo

Il mio consiglio è quello di perdervi per le sue stradine. Oddio, perdervi è una parola grossa visto che son tre case in croce! Però il concetto è quello: passeggiate e scopritene gli scorci.

Questo borgo ha mantenuto alcune delle sue caratteristiche storiche originali, per esempio la porta nord di accesso che ai tempi faceva parte della cinta muraria.

Il monumento al Cavatore

A breve distanza dalla piazza centrale troverete un’altra piccola piazzettina che vi regalerà, a mio avviso, lo scorcio più bello di tutta Colonnata.

Qui attraverserete un’aia pavimentata in marmo e vi troverete di fronte alla piccola chiesetta parrocchiale dedicata a San Bartolomeo e soprattutto al Monumento al Cavatore, una moderna scultura dedicata al Cristo dei cavatori, volta a ricordare i lavoratori che hanno perso la loro vita nelle cave.

Alle spalle del Cristo, una vista meravigliosa sulle Alpi Apuane.

Visitare Colonnata: Monumento al Cavatore
Visitare Colonnata: Monumento al Cavatore

Una scorpacciata di buon lardo

Colonnata è famosa in tutta Italia per la sua specialità della casa: il lardo. Ve lo dico, se siete a dieta forse non vi conviene passare da queste parti!.. 

Il paesino ha forse più ristorantini che case? No, scherzo, però poco ci manca: qui non faticherete a trovare qualche delizioso posticino che provveda a riempirvi la pancia con una golosa merenda a base di lardo, focaccina, miele, salumi, formaggi e altre golosaggini!

Visitare Colonnata e i suoi ristoranti
Visitare Colonnata e i suoi ristoranti

Dai tempi dei tempi ma anche fino ad oggi, questo borgo ha continuato a vivere soprattutto dell’attività estrattiva del marmo. Questa abbondanza di marmo, associata al fatto che la zona fosse ricca di castagni, ha contribuito allo sviluppo della seconda attività principale di Colonnata: la produzione del celebre lardo.

Un giro circolare: i castagni facevano incicciare i maialini, i poveri maialini diventavano lardo, il lardo veniva lasciato a stagionare nelle conche di marmo, il lardo dava energie ai cavatori che tra le altre cose realizzavano anche le conche di cui sopra. Tutto torna.
Ora, noi non siamo certo cavatori ma come tirarsi indietro di fronte ad una scorpacciata di lardo e pane accompagnati da un buon bicchiere di vino?!

Siete mai stati a Colonnata? Beh, nel caso in cui non ci foste mai stati, sappiate che è decisamente giunto il momento di rimediare! 

Visitare Colonnata: conclusioni

Sara ci ha fatto scoprire un borgo davvero bello e suggestivo, che magari non tutti conoscono. Se riuscirà a organizzare un viaggio in Toscana, penso proprio di dover visitare Colonnata per scoprire i luoghi di cui ci ha raccontato!
Siete curiosi di altri borghi italiani? Vi invito a visitare la sezione Liguria e Italia!

13 commenti su “Guest Post – Toscana da scoprire: visitare Colonnata”

  1. Sono stata a Colonnata un paio di anni fa proprio durante una gita sulle Apuane, tra le cave di marmo e Carrara. Ho trovato il borgo davvero delizioso, piccolo, raccolto, di fronte alle cave e con questa particolarità del lardo che lo rende davvero unico. Un altro piccolo tesoro della nostra Italia

    Rispondi
  2. è stato un piacere conoscere Sara e la sua esplosività! si percepisce che è un vulcano di idee e di energia 🙂
    io al suo contrario sono sud americana e amo la Toscana, ecco perché ho amato scoprire un po’ di più su Colonnata, posto che ancora non ho avuto modo di conoscere!
    Ma senz’altro, dopo aver scoperto queste bellezze, organizzerò qualcosa!

    Rispondi
    • Ah favoloso!!! Pensa che io le cave le ho viste da fuori, ci ho camminato in mezzo ma non ho mai fatto una visita guidata. Devo proprio rimediare 😉
      Sara

      Rispondi
  3. Sicuramente visiterei Colonnata per tanti motivi, in primis perché mi sembra un borgo davvero ricco di scorci e luoghi da vedere, secondo per il lardo che è davvero squisito (anche se preferisco quello di Arnad ma non diciamolo a chi abita a Colonnata) e terzo per visitare le cave, da buona mineralogista mi sembra il minimo!

    Rispondi
    • Confermo che ha degli scorci super carini 🙂 la cava Fantascritti organizza delle visite guidate, piacerebbe anche a me prendervi parte 😉 prima o poi rimedierò!

      Rispondi
  4. Un borgo toscano che non ho ancora visitato e con piacere approfondisco con il post, per il momento lo legavo solo al lardo che a dire la verità non amo particolarmente però ho percepito che offre molto di più

    Rispondi
  5. Sono stata a Colonnata per una visita in giornata da Forte dei Marmi dove stavo trascorrendo un periodo di vacanza. Ci sono andata soprattutto per il lardo (eccezionale) ma mi è piaciuto moltissimo passeggiare per il borgo. Davvero delizioso. Come il lardo!

    Rispondi
  6. Non sono stata a Colonnata ma il tuo articolo mi sarà utile per la prossima gita fuori porta!!
    Sto scoprendo solo ora la Toscana… e già me ne sono innamorata!😍

    Rispondi

Lascia un commento