Cosa vedere a Dolcedo, borgo ligure tra due ruscelli

Vi ricordate quando vi ho portati con me a Valloria, a scoprire le sue porte dipinte?
Questa volta ci fermiamo qualche chilometro prima, alla scoperta di cosa vedere a Dolcedo, borgo pittoresco situato sulla confluenza di due ruscelli. 

Come raggiungere Dolcedo

Per raggiungere Dolcedo, vi consiglio, dopo aver preso la solita Autostrada A10, di uscire al casello di Imperia Ovest. Usciti dall’autostrada, arriverete ad una grande rotonda e, invece di dirigervi verso il centro della città, dovrete prendere la prima strada a sinistra, che vi condurrà verso le colline imperiesi. 

Cosa vedere a Dolcedo

Quando arriverete a Dolcedo, la prima cosa che vi stupirà sono i suoi colori accesi e le insegne dei suoi edifici, che sembrano rimasti incastrati fermi nel tempo.
Ma ora perdiamoci tra le sue caratteristiche viuzze, per scoprire cosa vedere a Dolcedo

Loggia Comunale

Uno dei primissimi luoghi che attirerà sicuramente la vostra attenzione è la Loggia Comunale, con il suo verde castello e la scritta Municipio proprio sulla facciata.
Qui, aveva luogo il mercato. Se aguzzate la vista, potrete osservare le antiche misure utilizzate per quantificare le merci: i recipienti in marmo bianco per olio e vino, le sbarre di ferro per stoffe, corde ecc. 

Cosa vedere a Dolcedo: la Loggia Comunale
La Loggia Comunale

Chiesa di San Tommaso Apostolo

Attraversando la Loggia Comunale, arriverete in una piccola ma meravigliosa piazza, in cui si erge la monumentale Chiesa di San Tommaso Apostolo.
Il vescovo di Albenga la cedette, nel 1103, ai monaci Benedettini di Lerino e, durante il corso dei secoli, subì numerosi interventi, che le fecero assumere le forme barocche che possiamo ammirare oggi. 

Cosa vedere a Dolcedo: la Chiesa di San Tommaso Apostolo
La Chiesa di San Tommaso Apostolo

Salendo poi la scalinata di fronte a questa bellissima chiesa, vi consiglio di farvi una passeggiata senza una meta precisa all’interno del borgo, per ammirare i colori delle case e gli splendidi panorami sulla vallata.

Ponte dei Cavalieri di Malta

Tornando alla Loggia Comunale, è il momento di imboccare il carruggio che scende verso il corso d’acqua. Da qui, potrete ammirare il Ponte dei Cavalieri di Malta, che collega i due lati del borgo separati dal ruscello. Si tratta di un ponte in pietra costruito appunto dai Cavalieri di Malta, che hanno finanziato questa costruzione per rendere più facili i propri spostamenti verso l’estremo ponente ligure. 

Cosa vedere a Dolcedo: il Ponte dei Cavalieri di Malta
Il Ponte dei Cavalieri di Malta

Attraversato il ponte, dietro di voi si aprirà una bellissima cornice, con il campanile della Chiesa di San Tommaso Apostolo quasi a proteggere il borgo dall’alto.

Cosa vedere a Dolcedo: conclusione

Insomma, Dolcedo mi ha letteralmente conquistata. Ammetto che ho un debole per i borghi e le città che si affacciano su qualsiasi tipo di specchio d’acqua, quindi che sia posizionato sulla confluenza di due ruscelli ha sicuramente influito sul mio giudizio. 

Cosa vedere a Dolcedo, il borgo ligure tra due ruscelli
Cosa vedere a Dolcedo

Spero di avervi fatto percepire il fascino di questo borgo, nella mia esplorazione di cosa vedere a Dolcedo. Vi invito, se anche a voi piacciono i borghi, a scoprirne altri nella sezione dedicata alla mia splendida Liguria

22 commenti su “Cosa vedere a Dolcedo, borgo ligure tra due ruscelli”

  1. Si vede che questo borgo ti ha colpito da come ne parli . Non solo la descrizione ma anche le foto mi piacciono particolarmente. Grazie di avercelo fatto conoscere

    Rispondi
  2. Con quel ponticello mi ha ricordato Dolceacqua! Non ci sono mai stata ma mi stai davvero facendo sognare l’entroterra ligure, spero di poter ripartire presto per questa splendida regione che amo, grazie dello spunto!

    Rispondi
  3. Non avevo mai sentito parlare di questo borgo e ti ringrazio per avermelo fatto conoscere perché io adoro girare per luoghi di questo genere. Sicuramente lo inserirò in una delle mie prossime gite.

    Rispondi
  4. Condivido la tua passione per i piccoli borghi se poi sono in Liguria ancora meglio! Non avevo mai sentito parlare di Dolcedo e ti ringrazio per il suggerimento perché è sicuramente una meta interessante. Complimenti per le foto che sono molto belle

    Rispondi
  5. Conosco molto bene Dolcedo e piace moltissimo anche a me. Ha un fascino antico e intimo che pochi altri borghi riescono a infondere. Vale davvero la pena farci quattro passi.

    Rispondi

Lascia un commento