Cosa vedere a Budapest in 2 giorni

Un viaggio last minute con voli low cost è la premessa con cui mi preparo raccontarvi cosa vedere a Budapest in 2 giorni. Vi avviso, però, che non sarà un itinerario semplice, perché abbiamo deciso di non utilizzare praticamente nessun mezzo pubblico e, perciò, di raggiungere tutte le attrazioni a piedi.

Ma, se avete già letto cosa vedere a Barcellona in 3 giorni, sapete già che con me, solitamente, si cammina tanto. Allora, iniziamo!

Cosa vedere a Budapest in 2 giorni

Giorno 0 Cosa vedere a Budapest in 2 giorni
Siamo arrivati in aeroporto alle 22.00 e, usciti dal gate, ci siamo imbattuti in una marea di gente che, come noi, cercava un taxi per loro hotel in centro.
Fortunatamente, in Ungheria sono molto organizzati: fuori dall’aeroporto vi aspetterà un vero e proprio centro di controllo dove pagherete una tariffa per la vostra corsa in taxi, per poi attendere il vostro turno. 

A proposito, in Ungheria la moneta ufficiale è il fiorino ungherese, quindi per poter pagare il taxi vi conviene cambiare i soldi giusti e poi effettuare il cambio maggiore arrivati in città, dove i prezzi sono più convenienti.

Saliti sul taxi, abbiamo incontrato un taxista super simpatico che, arrivati lungo le sponde del Danubio, ci indicava le luci della città e provava a chiederci, in un inglese pessimo, qualcosa su di noi. 

Arrivati in ostello, nonostante l’ora, abbiamo lasciato le valigie in camera e siamo subito usciti per ammirare le luci di Budapest riflesse sul fiume. L’ostello, infatti, si trova a pochi passi dal ponte di Santa Margherita, quindi è proprio lì che abbiamo scattato la prima foto del viaggio. 

Poi, siamo andati subito a letto, perché il giorno dopo la giornata sarebbe iniziata molto presto, perché ci sono molte attrazioni che vi aspettano e dovrete correre, per riuscire a fare tutto quello che ho scelto su cosa vedere a Budapest in 2 giorni.

Giorno 1
Ci siamo svegliati alle 7.00 e abbiamo fatto colazione proprio di fronte all’ostello al Prima Pek Cafè, un bar panetteria con prezzi davvero bassi. 

Scarpe sulle Rive del Danubio

Cominciamo, quindi, la nostra passeggiata verso il centro della città, lungo la riva del Danubio sui cui prende vita Pest. Infatti, in realtà la capitale ungherese è composta dall’unione, avvenuta nel 1873, di Buda, a ovest del fiume, e Pest, sulla riva opposta, ovvero quella dove alloggiavamo noi. 

A un certo punto, il Parlamento ci appare sulla nostra sinistra in tutta la sua maestosità, mentre alla nostra destra ammiriamo in silenzio le scarpe sulle rive del Danubio, un memoriale legato all’olocausto, che ricorda un massacro di cittadini ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale. 

Le scarpe sulla rive del Danubio, memoriale per ricordare le vittime dell'Olocausto della Seconda Guerra Mondiale
Scarpe sulle rive del Danubio

Basilica di Santo Stefano

Continuando a camminare lungo il fiume, arriviamo a un nuovo ponte. A questo punto, giriamo a sinistra per avventurarci tra le strade di Pest, fino a raggiungere la Basilica di Santo Stefano, dalla splendida facciata in stile neoclassico, dove ad attenderci c’è una piazza gremita di bancarelle natalizie.

Basilica di santo Stefano
Basilica di Santo Stefano

Da qui, raggiungiamo poi il quartiere ebraico e la gigantesca Sinagoga, che ne è il simbolo. 

Mercato centrale 

Scendendo nuovamente verso il fiume, raggiungiamo proprio per l’ora di pranzo il mercato centrale. Costruito su più piani, quello che ci colpisce subito è la marea di colori al suo interno. Siamo saliti al secondo piano per decidere in quale stand mangiare e, mentre io mi sono accentata di una semplice insalata senza glutine, Omar ha assaggiato la famosissima pizza fritta: un tripudio di grassi e carboidrati, farcita con qualsiasi cosa sia possibile farcirla.

Mercato centrale di budapest
Mercato centrale di Budapest, dove potrete assaggiare diversi piatti delle cucina ungherese

Parlamento 

Con la pancia piena, siamo tornati indietro per la visita al Parlamento, che non può mancare nel vostro elenco su cosa vedere a Budapest in 2 giorni. Scegliete la guida in italiano, perché altrimenti rischiate di perdervi in quello che sembra un vero e proprio palazzo antico, immerso nell’oro e pieno di stanze magnifiche. Una menzione va sicuramente fatta alla nostra guida che, oltre ad essere super preparata, parlava un italiano perfetto. Il prezzo della visita al Paramento di Budapest è circa 7€, quindi non dovete assolutamente perdervela!

Cosa vedere a Budapest in 2 giorni se non il Parlamento?
Cosa vedere a Budapest in 2 giorni se non il Parlamento?

Piazza degli Eroi

Finito il tour, abbiamo raggiunto nuovamente il ponte di Santa Margherita, per poi continuare a camminare seguendo i binari del tram e arrivare, dopo un’ora di cammino, ormai al buio, al Castello di Vajdahunyad. Questo pittoresco edificio si trova all’interno del parco alle spalle dell’immensa Piazza degli Eroi e sembra uno di quei castelli infestati da fantasmi, quindi forse vi consiglierei di visitarlo di giorno e non al buio come abbiamo fatto noi.

Terminiamo la nostra giornata con una cena al Sir Lancelot Medieval Restaurant, scelto da Omar perché molto suggestivo. Vi invito a leggere l’articolo su dove mangiare senza glutine a Budapest per scoprire perché.

Giorno 2
Il secondo giorno ci avventuriamo oltre il ponte di Santa Margherita, per raggiungere la sponda opposta del fiume e continuare il nostro itinerario per scoprire cosa vedere a Budapest in 2 giorni.

Castello di Buda

Camminando lungo il fiume in una fredda mattinata di dicembre, arriviamo ai piedi del Castello di Buda. Per raggiungere la cima, consiglio la funicolare Siklò, che vi porterò proprio di fianco al palazzo al modico prezzo di 1200 fiorini ungheresi, quindi circa 4€. 

In cima, potrete ammirare la città dall’alto, grazie alla terrazza che dà sul Danubio. Rimarrete sbalorditi da quanto il Parlamento sia il punto centrale della città, con la sua mole la sua cupola che si staglia sul fiume.

Castello di Buda
Esterno del castello di Buda

Chiesa di San Mattia

Dopo aver esplorato i cortili surreali del castello, potrete arrivare alla Chiesa di San Mattia Corvino, un bellissimo edificio gotico che si staglia bianco nel cielo azzurro. Nonostante sia questo il nome con cui è comunemente chiamata, in realtà il vero nome della Chiesa è Nostra Signora Assunta della Collina del Castello, dedicata alla Madonna.

Bastioni dei Pescatori

Ma non è finita qui, perché proprio alle spalle della chiesa si trova il punto più romantico della città: i Bastioni dei Pescatori. Non ho parole per descrivere questo monumento, composto da 7 torri e dalla terrazza con vista panoramica, da cui si può ammirare l’isola Margherita e la riva opposta della città.
Il suo nome deriva dalla corporazione dei pescatori, incaricata all’epoca di difendere questo specifico tratto di mura durante il Medioevo. 

Bastione dei pescatori
Bastioni dei Pescatori

Siamo poi scesi a piedi e abbiamo deciso di mangiare a Pest, presso l’Hungarium Bizstrò. 

Mercatini di Natale

Abbiamo dedicato poi il pomeriggio alla visita dei mercatini di Natale, perdendoci nelle vie illuminate a festa. Nonostante il freddo di dicembre, sceglierei di nuovo questo periodo per andare a Budapest, perché è indimenticabile questa atmosfera natalizia. 

Szimpla Kert

Per finire in bellezza, decidiamo di passare la serata al Szimpla Kert, uno dei famosi pub in rovina della città. I prezzi sono accessibili e l’atmosfera è surreale, con luci soffuse e oggetti tra i più disparati appesi alle pareti. Proprio a causa di queste luci basse, le foto all’interno del Szimpla Kert non sono così definitive, ma volevo farvi vedere come appare all’entrata uno di questi pub in rovina.

Szimpla Kert
Uno dei pub in rovina di Budapest: il Szimpla Kert.

Finisce così il nostro viaggio, perché la mattina dopo abbiamo l’aereo molto presto. Spero di avervi dato buone idee su cosa vedere a Budapest in 2 giorni.
Mi raccomando, fatemi sapere se sono stata utile. 

40 commenti su “Cosa vedere a Budapest in 2 giorni”

  1. Penso sia una delle città di cui sono più attratta!!! Mi affascina da morire Budapest e ogni volta che leggo un articolo oppure un post mi riprometto di organizzare un viaggio per scoprirla di persona 🤩

    Rispondi
  2. Bellissima Budapest, ci siamo stati un paio di anni fa e l’ho trovata incantevole. Peccato che il tempo non fosse dei migliori anche se era l’inizio di maggio; mi piacerebbe tornarci d’estate per rivedere alcune cose che abbiamo visto in modo un pò affrettato!

    Rispondi
  3. Non sono ancora stata a Budapest, ma spero di riuscire ad andarci presto e questa tua guida mi sarà davvero utile. Speriamo di avere il bel tempo a nostro favore e di riuscire a vedere quanto più possibile!

    Rispondi
  4. Quando sono stata a Budapest il monumento per il massacro degli ebrei sul Danubio, le famose scarpe, non esisteva ancora e Budapest era ancora lontana dal turismo di massa. Ricordo di averla raggiunta da Vienna tramite il treno visitando tutte le steppe ungheresi. Ho un bellissimo ricordo dell’Ungheria e mi piacerebbe davvero tornarci per far vedere questa splendida capitale al mio compagno!

    Rispondi
  5. Visitata 2 volte! Una città spettacolare e che non ti aspetti. Anche io come te con un volo lowcost e per 2 gg ogni volta. Economica e con un servizio tranviario eccellente!

    Rispondi
  6. Quando trovo degli articoli su Busapest mi ci fiondo subito!! Vorrei tanto vederla e due/tre anni fa ci dovevo andare ma poi è saltato tutto. Sto cercando quindi di avere più informazioni possibili per una vacanza futura in questa splendida città e i tuoi consigli mi saranno sicuramente di aiuto!

    Rispondi
  7. Budapest è una città che fa parte ormai della mia vita e della mia “famiglia”, da quando mio fratello ha sposato una ragazza ungherese. Da allora abbiamo una linea diretta con questa meravigliosa città e soprattutto una guida d’eccezione! Budapest è una delle città più romantiche che io abbia mai visto.

    Rispondi
  8. A Budapest voglio andarci da un sacco di tempo, ma per un motivo o per un altro non ci riesco mai 🙁 leggendoti ho appena deciso che voglio sfondarmi di pizza fritta, tanto per cominciare (non so cosa sia né che forma abbia, ma già mi piace) e poi voglio prendere la Siklò perché le funicolari mi mandano fuori di testa. Complimenti per le foto e per la loro atmosfera delicata!

    Rispondi
  9. Budapest è stato uno dei miei viaggi più belli del 2019, complice anche il fatto che ci sono stata a Settembre e il clima era perfetto! Anche io ho scritta una guida su questa città e mi sono ritrovata nel tuo post!

    Rispondi
  10. Bellissima Budapest, è una città che mi manca ma che mi piacerebbe visitare. Mi segno i tuoi consigli, sono davvero molto utili e fanno proprio venire voglia di partire subito!

    Rispondi
  11. Sono stata a Budapest 5 anni fa e mi é piaciuta davvero tanto! Il tuo racconto me ne ha fatto rivivere le emozioni !
    Quando l’ho visitata era primavera , ma leggendo il tuo articolo mi sa che la prossima volta opteró per il periodo natalizio! 😉

    Rispondi
  12. Anche a noi piace scoprire le città camminando e ci siamo girati Budapest in lungo e in largo! E dopo tutto questo camminare ci siamo concessi un momento relax alle terme di Széchenyi 😊

    Rispondi

Lascia un commento